Loading...
Home2020-07-23T17:17:43+02:00

Stop Finning – Stop the Trade

Stop all’asportazione e al commercio delle pinne di squalo

VOTA ORA!
Sistema di raccolta online centrale dell’Unione Europea

L’iniziativa dei cittadini dell’EU

L’iniziativa dei cittadini europei è il modo diretto per proporre una modifica legislativa concreta alla commissione europea, in contrapposizione a una petizione decisa dalla commissione per le petizioni del parlamento europeo.

Dal 2012, i cittadini dell’EU hanno il diritto di rivolgersi direttamente alla commissione europea con un’iniziativa dei cittadini europei per proporre una modifica legislativa concreta.

Per fare questo, è necessario prima di tutto costituire un comitato di cittadini, composto da almeno sette membri* provenienti da almeno sette diversi paesi dell’EU. Dopo una valutazione positiva dell’iniziativa da parte della commissione europea, il comitato dei cittadini ha un anno di tempo per raccogliere le firme.

LEGGI TUTTO

Voglio sapere cosa c’è di nuovo …

per favore, tienimi aggiornato!

Notizia

VEDI TUTTI

Stop all’asportazione e al commercio delle pinne di squalo

Ogni anno, tra i 63 e i 273 milioni di squali muoiono a causa dell’attività umana [1]. I numeri esatti rimangono speculazioni, poiché mancano dati affidabili e il numero di casi di pesca illegale non denunciati in tutto il mondo è estremamente elevato. Gli squali sono cacciati in tutto il mondo, principalmente a causa delle loro pinne. Queste vengono mangiate soprattutto nella regione asiatica come zuppa di pinne di squalo. Per questa presunta prelibatezza, con pochi grammi di pinne, sono richiesti fino a 90€. [2] Un commercio lucrativo con enormi margini di profitto a spese degli squali!

Le pinne sono spesso catturate in modo crudele tramite “finning”. Il “finning” significa che le pinne degli squali vengono tagliate vive. Gli animali vengono poi gettati in mare perché la loro carne è quasi inutile rispetto alle pinne. Senza pinne gli squali affondano sul fondo del mare dove soffocano, muoiono dissanguati o vengono mangiati vivi.

Questo affare è gestito anche dall’Europa.

Dal 2013, il cosiddetto regolamento dell’Unione Europea “Fins Naturally Attached” vieta senza eccezioni lo stoccaggio, il trasbordo e lo sbarco di tutte le pinne di squalo nelle acque dell’EU e su tutte le navi dell’EU. Le pinne devono rimanere naturalmente attaccate alla carcassa quando la nave viene scaricata in porto. Le pinne possono poi essere separate dall’animale ed esportate in Asia.

È giunto il momento di intraprendere finalmente un’azione coerente in Europa per proteggere gli squali e i nostri oceani! Vi chiediamo quindi di sostenere questa opportunità di ripensare la legislazione nell’Unione Europea.

1 IUCN Shark Specialist Group, Frequently Asked Questions: Sharks, Rays, and chimaeras; https://www.iucnssg.org/faqs.html.
2 Kimley, Peter A. Peter, The Biology of Sharks and Rays, 2013, S. 451.
LEGGI TUTTO